Perchè scegliere Antamatic

 

Con il massimo comfort in ogni stagione possiamo automatizzare le decisioni e lasciare che la casa si esponga alla luce, si ripari dal caldo e dal freddo, si protegga dalle insidie nella sicurezza totale delle automazioni Antamatic.

Sicurezza attiva e passiva

Antamatic garantisce il bloccaggio delle ante in qualsiasi posizione evitando così che gli scuri possano subire l’azione del vento ed impedendo forzature dall’esterno.
L'automazione di apertura e chiusura aiuta la casa a difendersi dalle intrusioni non gradite, sia con l'utilizzo di temporizzatori, sia con l'abbinamento a rilevatori di presenza.

Protezione caldo/freddo  

Motorizzare l'apertura e la chiusura dei serramenti consente un'azione efficace ed immediata per proteggere la casa dal freddo in inverno e ripararla dal sole in estate. Il risultato è di grande aiuto per la termoregolazione ottimale di ogni ambiente della casa. 

Risparmio energetico 

Il maggior controllo su porte e finestre degli edifici e sull’isolamento termico trova immediato riscontro nella bolletta energetica. Grazie ai sensori di controllo ambientale, è possibile automatizzare le decisioni in funzione delle variazioni di caldo/freddo/pioggia/vento, consentendo di intervenire in tempo reale per proteggere la casa.

Anziani e disabili

Le automazioni sono particolarmente utili per aiutare in casa le persone con ridotta capacità motoria. Per una persona disabile o anche solo anziana sporgersi dalla finestra per aprire gli scuri può rappresentare una grave difficoltà. 

Universale

Adattabile a tutte le esigenze, dispone di una forza modulabile a piacere, per aprire e chiudere tutte le tipologie di persiane esistenti, senza complicazioni per dimensione e peso.
Le casse e le traverse di predisposizione muraria offrono la possibilità di nascondere completamente gli operatori una volta applicati, o di predisporre l’abitazione per accogliere in qualsiasi momento l’automazione senza eseguire fastidiosi lavori di muratura.

Bassa tensione

Tutta la produzione Antamatic è sviluppata a bassa tensione, in corrente continua a 24 Volt. La direttiva 73/23/CEE, nota anche come "Bassa Tensione", è stata adottata dal Consiglio delle Comunità Europee con l’obiettivo di ravvicinare la legislazione degli stati membri relativa al materiale elettrico destinato ad operare ad una tensione compresa tra 50 e 1000V in corrente alternata e fra 75 e 1500V in corrente continua.
Nel 1993 essa è stata modificata con il documento 93/68/CEE con lo scopo di uniformare i criteri di valutazione di conformità con le altre direttive ed introdurre la marcatura CE. 
Il 27/12/2006, viene infine pubblicata sulla GUUE L374 la nuova direttiva 2006/95/CE, che sostituisce definitivamente la 73/23/CEE, e senza un periodo di transizione rimpiazza dal 16/01/2007 la vecchia Direttiva nelle dichiarazione di conformità.
 
La direttiva copre tutti i rischi legati all’uso del materiale elettrico; quindi rischi elettrici, meccanici, chimici e altri Inoltre sono coinvolti gli aspetti sanitari legati al rumore e alle vibrazioni e gli aspetti ergonomici.
 
Sono considerati conformi agli obiettivi di sicurezza della direttiva i prodotti fabbricati nel rispetto delle norme tecniche esistenti, quali quelle europee (norme armonizzate), disposizioni internazionali o norme nazionali.

Domotica

Le automazioni Antamatic® sono predisposte per entrare a far parte di un sistema domotico strutturato che contribuisce ad un’ottimizzazione di risorse energetiche e strumenti nella gestione della casa. Quindi, oltre a regolare la luminosità di un ambiente o preferire un certo grado di ventilazione, nella casa domotica di oggi è possibile comprendere anche i serramenti nella programmazione degli scenari e nella temporizzazione del loro stato. 
La ricevente radio in dotazione opzionale permette la gestione completa di un’abitazione con semplici telecomandi radio e programmatori settimanali. Il sistema My Antamatic consente la gestione dei serramenti in WiFi anche dallo smartphone e da remoto.


Universale e senza lavori di muratura!

 

La traversa viene consegnata assemblata e cablata, ed il suo ingegno costruttivo permette una installazione realmente universale, essendo il raccordo centrale regolabile in funzione della luce finestra. 
Una sola misura di traversa consente pertanto installazioni su luci variabili da 74 a 174 cm (estendibili a 274 cm con barra opzionale) su allestimenti con anta mono, doppia o legata, per tipologie a Battente, Padovana o Trevigiana e su Vicentina rovescia.


Agevolazione fiscale 55%

Detrazione anche per le chiusure oscuranti, alle quali viene riconosciuto un grande contributo per il risparmio energetico.

La detrazione fiscale del 55% è stata recentemente confermata fino al 30 giugno 2013 a seguto di una conversione del Decreto Sviluppo presentato dal Parlamento. Questo significa che anche per i primi 6 mesi del 2013 sarà possibile usufruire di questa ampia detrazione per il miglioramento dell'efficenza energetica dei serramenti.